Partite Iva, i professionisti di cui si ricorda solo il fisco – Il Fatto Quotidiano

Partite Iva, i professionisti di cui si ricorda solo il fisco – Il Fatto Quotidiano

Senza volontà di far polemica, ma solo con la voglia di parlare di una questione che in periodo di versamento contributi e tasse credo risulti essere di grandissima attualità, riporto il link a un articolo di Stefano Feltri e pubblicato su Il Fatto Quotidiano che parla dei costi annessi e connessi all’attività di libero professionista, regime principe nel settore della traduzione e dell’interpretazione.

L’articolo si intitola Partite Iva, i professionisti di cui si ricorda solo il fisco e credo riesca a ritrarre molto bene la situazione di chi decide di aprirsi partita IVA e lavorare in proprio, ovvero il 90% dei traduttori e degli interpreti presenti sul mercato italiano.

Per chi è giovane e ha un fatturato ridotto, la situazione è leggermente migliore di quanto descritta dall’articolo, ma posso assicurarvi che rimane lo stesso negativa (per non dire tragica).

Il link all’articolo potete trovarlo all’inizio di questo post, oppure qui: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/28/partite-iva-i-professionisti-di-cui-si-ricorda-solo-il-fisco/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...